GDPR Cookies

Accetta Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono i Cookie

I cookies sono brevi file di testo che possono essere salvati sul computer dell'utente (o altri dispositivi abilitati alla navigazione su Internet, per esempio smartphone o tablet) quando esso visita i siti web.

Di solito un cookie contiene il nome del sito internet dal quale il cookie stesso proviene e la "durata vitale" del cookie (ovvero per quanto tempo rimarrà sul dispositivo dell'utente).

La presente Cookie Policy ha lo scopo specifico di illustrare i tipi, le modalità di utilizzo di cookie presenti su questo sito web.

Tipi di Cookie utilizzati all’interno del sito web

  1. Cookie tecnici

1 - a) Cookie di Navigazione per il funzionamento del sito web

Il presente sito utilizza cookies di sessione al fine di offrire un servizio più efficiente. L'uso di tali cookies è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire di fornire i servizi e le funzioni dei Siti Web in modo completo.

1 - b) Cookie Google Analytics

Raccolgono e analizzano in forma anonima e/o aggregata le informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori (pagine visitate, ...) per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.

Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare in qualche modo l'utente.

  1. Cookie di profilazione Google Analytics

Il presente sito ha implementato anche i rapporti sui dati demografici e gli interessi di Google Analytics.

È possibile negare il consenso all'uso dei cookie Google Analytics per la pubblicità display e/o personalizzare gli annunci della Rete Display di Google nei seguenti modi:

Con l'utilizzo di questo sito, lei dichiara il suo consenso al trattamento dei dati da parte di Google Ireland e www.fornidisopra.it per le modalità e i fini sopraindicati.

Per ulteriori approfondimenti sulla privacy di Google rimandiamo a questo link: https://support.google.com/analytics/answer/6004245?hl=it

Come disabilitare i cookies

La maggioranza dei browser Internet sono inizialmente impostati per accettare i cookies in modo automatico. L'utente può modificare queste impostazioni per bloccare i cookies o per avvertire che dei cookies vengono mandati al dispositivo dell'utente medesimo.

Esistono vari modi per gestire i cookies.

L'utente può fare riferimento al manuale d'istruzioni o alla schermata di aiuto del suo browser per scoprire come regolare o modificare le impostazioni del suo browser.

In caso di dispositivi diversi (per esempio, computer, smartphone, tablet, ecc.), l'utente dovrà assicurarsi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le proprie preferenze relative ai cookies.

Per informazioni su come modificare le impostazioni dei cookies seleziona qui sotto il browser che stai utilizzando:

news-eventi

IMMAGINI E MUSICA IN MEMORIA DI CLAUDIA

Video suggestivi e musica dal vivo presso la Ciasa dai Fornes a Forni di Sopra

Sabato 30 novembre alle ore 20:45

claudia poster

Nel ventennale della scomparsa di Claudia Corisello, volontaria del Soccorso Alpino caduta sulla Cima Urtisiel Ovest il 31 luglio 1999, le stazioni del Club Alpino Italiano e del Soccorso Alpino di Forni di Sopra, organizzano una serata multimediale con la proiezione di suggestivi filmati di montagna ed esibizione dal vivo da parte di giovani musicisti fornesi. Tutti sono invitati.

PROGRAMMA:

LOCANDINA CLAUDIA 20 ANNI 2019

21 novembre festa della madonna della Salute, festa del mercato (Marciât) festa del patrono di Forni di Sopra

La festa del "Marciât" a Forni di Sopra è a tutti gli effetti la festa del patrono e si tiene ogni anno il 21 novembre. Il patrono Santa Maria Assunta non cade tuttavia in tale data, bensì il 15 agosto, ma tradizonalmente la festa è sempre stata rinviata al 21 novembre per consentire ai fornesi che d'estate erano impegnati negli alpeggi di rientrare in paese e riunirsi a tutta la comunità.

E' la festa più importante di Forni di Sopra, giornata in cui si celebra la devozione secolare alla Madonna Della Salute, con celebrazioni delle Sante Messe presso il Santuario.

 

 

PROGRAMMA 2019:

madonna salute 2019 programma  


santuario madonna della salute forni di sopra

Leggi la storia del Santuario della Madonna Della Salute.

Nell'Anno del Signore 1511 un pellegrino transitò per Forni di Sopra, avendo come meta la locale Chiesa di San Floriano Martire ed il Santuario di Sant'Osvaldo Re e Martire di Sauris di Sotto. Egli portò l'annuncio della peste che infieriva su vastissime zone al di qua e al di la dell'Arco Alpino, decimando le popolazioni. I Fornesi, terrorizzati,  si appellarono alla protezione Divina mediante l'intercessione della Beata Vergine Maria promettendole, come voto qualora fossero stati preservati dalla pestilenza, di dedicarle una Cappella. Ottenuto il sospirato beneficio, fedeli alla loro promessa onorarono riconoscenti il voto fatto. Nell'Anno Domini 1515, tra l'attuale Santuario della Madonna della Salute ed il Torrente Tollina costruirono un “Oratorio Campestre”, da subito chiamato “al Capitèl dala Madona dala Salût”, dove raffigurarono la Madonna della Salute con ai lati i Martiri Rocco e Sebastiano. La notizia del voto e del modesto Oratorio si sparse velocemente nelle vicine zone di Cadore, Carnia e Val Tramontina e questo divenne oggetto di numerosi pellegrini per una preghiera, un'invocazione, per chiedere una grazia. La costruzione, pur trovandosi vicino al Torrente Tollina venne risparmiata da diverse calamità naturali, anche da quella del 18 Agosto 1748 nota ai Fornesi per la “Stua dala Tulìna” che portò grande distruzione. Verso la metà dell'Ottocento, quando comunque già da tempo le pertinenze della Cappella non riuscivano a contenere le grandi manifestazioni di fede nei confronti della Madonna della Salute, il Parroco dell'epoca Don Niccolò Sala, concorde con la sua Comunità Parrocchiale, inviò all'Arcivescovo di Udine Monsignor Zaccaria Bricito la richiesta volta ad ottenere l'autorizzazione per costruire una Santuario capiente. Era il 22 Gennaio del 1849. Il 31 dello stesso mese l'Arcivescovo autorizzò la costruzione dell’edificio e diede a Don Niccolò il permesso di benedire la posa della pietra d'angolo. Alle ore 10:00 del 1° Novembre 1849 venne benedetta e posta in opera la prima pietra e negli anni successivi continuarono i lavori di realizzazione. Il 19 Dicembre 1851 la Curia Arcivescovile autorizzò il trasferimento del prezioso affresco della Madonna della Salute con i Santi Rocco e Sebastiano dalla Cappella al Santuario in costruzione. La Sacra effigie venne tolta con scrupolo e traslata nella nuova Chiesa il 31 Luglio 1852 ma, nonostante le grandi attenzioni, gli affreschi ai lati della Vergine andarono perduti. Di San Rocco, a sinistra è ora visibile solo la mano, mentre a destra si notano ora solo un ginocchio e parte di due frecce di San Sebastiano. Il 03 Agosto 1852 la Curia autorizzò il Parroco a benedire il nuovo Santuario: il 24 Ottobre dello stesso anno l'edificio di culto venne inaugurato e si celebrò la prima Messa Solenne. Nel corso del Novecento sono state realizzate le altre pitture presenti nella Chiesa, come anche c'è stata qualche modifica relativa agli arredamenti interni. Per perpetuare però i valori della venerazione dei Martiri Rocco e Sebastiano (le cui effigi erano andate perdute), la Parrocchia diede l’incarico ad un pittore, rimasto ignoto, di realizzare un dipinto su tela che li raffigurasse assieme a Maria Vergine col Bambino, tela poi appesa nel nuovo Santuario sopra la porta della sacrestia. I Fornesi, mèmori di un antico voto, imploravano la protezione di San Rocco: il 16 agosto, giorno della sua ricorrenza, Santa Messa Solenne in suo onore e Processione preceduta dal gonfalone bifacciale decorato con le immagini della Madonna della Salute, di San Rocco, Sant’Antonio  Abate  e di San Floriano (da poco restaurato). In quel giorno la tela, da sopra l’ingresso della sacrestia veniva posta sopra l’affresco della Madonna della Salute, costituendone la pala dell’altare.Nel corso degli anni, purtroppo, quella devozione al Martire Rocco è venuta meno e, nel 1958, la tela è stata spostata nella Chiesa Parrocchiale dove arredava la cappella dell’ex altare maggiore “di San Piêri e Pauli”. Il 02 Giugno 2015, il dipinto è stato tolto dalla Cappella della Chiesa Parrocchiale dov’era posto ed è stato riportato alle origini, nel Santuario della Madonna della Salute proprio sopra la porta della sacrestia. Il terremoto del 06 Maggio 1976 lasciò evidenti segni del suo passaggio,  segni poi cancellati con il necessario totale restauro della Chiesa avvenuto tra la fine del 2008 e l'estate del 2010. La benedizione dello splendido, e caro ai Fornesi, Santuario restaurato è avvenuta l'11 Settembre 2010 con una magnifica cerimonia alla presenza dell'Arcivescovo Monsignor Andrea Bruno Mazzocato e di moltissima gente. Il completo restauro fortemente voluto dal compianto Parroco Padre Renzo Bon e dai suoi Parrocchiani, ha permesso di ridonare all’edificio, nella sua semplicità, lo splendore delle origini. Da tempo immemore il Santo Rosario del mese di Maggio viene recitato davanti l'effigie della Madonna della Salute; da sempre i bambini della Prima Comunione, prima di portarsi in Processione alla Chiesa Parrocchiale, si raccolgono al cospetto del prezioso affresco, come pure l'08 Settembre i pastori rientrati dalle Malghe il giorno precedente si raccoglievano, fino a qualche decennio fa, nello stesso Santuario. Anche l'Anno Scolastico, fino agli anni Settanta, iniziava e terminava con la Messa presso questa Chiesa. La Santa Messa Solenne viene celebrata il 21 Novembre, Solennità della Madonna della Salute, con larga partecipazione di Fornesi e fedeli provenienti da paesi vicini di Carnia e Cadore.

In quel giorno si svolge anche il tradizionale mercato sulle vie del paese e questa giornata festiva, molto cara alla gente di Forni di Sopra, viene chiamata semplicemente “al Marciât”.

SCOPRI LE CHIESE DI FORNI DI SOPRA

 

 

 

 

I karateki fornesi continuano a vincere!

Medaglie per Greta De Pauli e Pietro Nassivera.

Altri successi per i nostri karateki fornesi: al “1° Memorial Angelo Puntara”, disputatosi il 27 ottobre 2019 a Cividale del Friuli, Greta de Pauli si è classificata al primo posto guadagnando una meritata medaglia d’oro.

Pietro Nassivera al “XII Open Internazionale di San Marino” svoltosi il 9 novembre 2019 nell’omonima città, si è classificato al secondo posto ottenendo un importante argento.

I karateki fornesi

Le foto dei podi:

greta de pauli cividale

 

pietro nassivera argento

Aggreghiamoci è l'iniziativa avviata dal Comune di Forni di Sopra

L'Amministrazione comunale di Forni di Sopra, in collaborazione con il Comitato Centro Diurno Anziani, le assocazioni e i volontari di Forni di Sopra, organizza degli incontri di aggregazione aperti a tutti dove verranno svolte le seguenti attività.


programma eventi aggreghiamoci - forni di sopra

 

RESTAURATO L'ORGANO DEL 1895

VIDEO DEL CONCERTO

Concerto di inaugurazione dei lavori di restauro dell'organo della Chiesa Parrocchiale di Forni di Sopra

INAUGURAZIONE ORGANO ZANIN 2019 SIMONE CECCHINI

 

Domenica 13 ottobre 2019 la comunità di Forni di Sopra si è riunita per festeggiare la fine dell'accurato restauro dell'organo della Chiesa Parrocchiale S.Maria Assunta.
Dopo tre anni di lavoro la ditta Zanin di Codroipo, la stessa che nel lontano 1895 lo costruì, ha riportato il "re degli strumenti" alle condizioni originali dopo un attento intervento di recupero.
L'organo della parrocchiale, decisamente all'avanguardia ai tempi della sua realizzazione per le caratteristiche tecniche e di resa sonora, è quindi tornato a suonare con maestosità durante la celebrazione della santa messa accompagnando le voci del coro Schola Cantorum e, la sera, in occasione del concerto di inaugurazione tenuto da Simone Cecchini (che rientrava nel calendario del XI Festival Organistico Internazionale Friulano G.B. Candotti).

 

INAUGURAZIONE ORGANO ZANIN 2019

Una vera coincidenza quella del 13 ottobre poiché anche nel lontano 1895 si volle inaugurare l'organo in occasione dell'ingresso del parroco don Fortunato De Santa, poi Monsignore e Vescovo della Diocesi di Sessa Aurunca in Campania.
Il delicato intervento di manutenzione si è reso necessario a causa del cattivo stato di salute dello strumento, nonostante già nel 1985 si fosse provveduto ad una revisione e pulizia dello stesso.

Fondazione Friuli

L'attuale importante recupero si è reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Friuli e dei numerosissimi contributi di privati, residenti e non, ed associazioni locali che hanno riconosciuto l'importanza di questo strumento per tutta la comunità.


Pertanto, un ringraziamento sincero va a tutti coloro che hanno reso possibile tutto ciò, oltre alla professionalità della ditta Zanin, consentendo alla comunità di Forni di Sopra di rientrare in possesso dello strumento che la Chiesa ha scelto come prediletto per allietare le sue liturgie e che sicuramente, da oggi in poi, troverà anche nuovi spazi ed occasioni per diffondere la propria sonorità e bellezza musicale.

 

SIMONE CECCHINI

Durante il concerto inaugurale, l'organista Simone Cecchini, allievo del Conservatorio di Udine e Direttore del Coro Schola Cantorum di Forni di Sopra, ha suonato musiche di Bach, Mendelssohn, Franck, Bossi, Ravanello, Perosi, Respighi, Franz e Cosetti.

VIDEO DEL CONCERTO

 

QUI ALCUNE FOTO DEL CONCERTO:

 


I LAVORI DI RESTAURO DELL'ORGANO
Dopo oltre 30 anni dall’ultima revisione si è reso necessario un profondo intervento di restauro a causa di alcune problematiche fra le quali la deformazione, alla sommità, di diverse canne metalliche, il cedimento, sotto il proprio peso, ai piedi delle canne metalliche, i vistosi fori riscontrati alla sommità della canna centrale, la sconnessione delle meccaniche di trasmissione, le guarnizioni in pelle rinsecchite e le parti in legno intaccate dal tarlo, i depositi di polvere ed i continui cambi di temperatura che hanno portato ad un graduale deteriorarsi dell’intonazione generale dello strumento.
I tecnici hanno pertanto provveduto allo smontaggio e trasporto dei materiali presso il laboratorio della “Premiata fabbrica organi Cav. Francesco Zanin” di Gustavo Zanin di Codroipo (Ud) a cui la Parrocchia ha affidato l’importante intervento di restauro conservativo.
I lavori di cui in premessa, iniziati nella primavera del 2016, sono stati eseguiti in due distinte fasi funzionali e sono terminati nella prima settimana di ottobre 2019. L’importo complessivo del restauro conservativo ammonta ad € 84.100,00 finanziato dalla Parrocchia S.M.A., da tanti parrocchiani di Forni di Sopra e con il prezioso sostegno della Fondazione Friuli.

 

L'ORGANO
L’Organo della Chiesa parrocchiale S.M.A. sita in Frazione Cella nel Comune di Forni di Sopra, fu costruito da Beniamino Zanin nel 1895, sentendosi allora in parrocchia “generalmente lamentata la mancanza di un organo”, e venne eretto grazie ad un comune sforzo per cui, come emerge dalla relazione redatta dall’allora parroco don Fortunato De Santa, si «decise ad unanimità di devolvere per un triennio tre munte di latte che faceansi per le anime in favore del Cappellano, e di stabilire al medesimo scopo altre due munte, a carico della popolazione» (le “munte”, ovvero «i môls» erano le offerte del latte munto dalle singole famiglie del paese in determinate giornate a favore di qualcuno, come, in questo caso, la Parrocchia). 
Per l’erezione del suddetto strumento, la parrocchia si avvalse dell’esperta mano di Beniamino Zanin, uno dei primi in Italia a costruire organi cromatici con pedaliera estesa a 27 note e ad adottare la cassa espressiva. Questo espediente è, come lo stesso Zanin scrive nel progetto per l’organo di Comegliàns (1897): «una cassa armonica costruita in legno, che servirà a contenere tutte le canne dell’organo, eccettuato il principale e i contrabbassi; e questo servirà a fare l’effetto di crescendo, come se l’organo fosse a due tastiere». Mentre la costruzione fu affidata alla famiglia Zanin, la parrocchia si affidò all’esperienza dell’organista friulano Vittorio Franz che, assieme all’organaro, progettò la parte fonica dello strumento, così che fosse adeguata alla Chiesa e, soprattutto, alle nuove normative sulla musica sacra. 

Parrocchia Santa Maria Assunta di Forni di Sopra
Via Roma n. 2 – 33024 Forni di Sopra (UD)
Tel. 0433.88084
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.angelo.fornidisopra.it